Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Madreluna

Buongiorno!
Oggi vi presento Antonella Giordano fondatrice dell’attività Madreluna, uno spazio sacro e trasformativo per le donne.

madreluna

✔️ Curiosando nei suoi account e sul web, possiamo leggere che Antonella è una Coach Naturopata Doula, quindi le chiedo di raccontarci un po’.
Racconta che sono anni che si occupa di donne, partendo dal supporto alle mamme, e negli anni tra formazione ed esperienze personali, ha allargato le sue competenze, decidendo così di metterle al servizio delle altre donne che si vogliono riconnettere con se stesse.

Aiuta le donne a Ri-nascere, “trasformarsi da “inadeguate” a potenti, a riconnettersi con il proprio potere personale e femminile”: grazie agli strumenti acquisiti negli anni, accompagna le donne a riconoscersi protagoniste della loro vita, e a star bene con se stesse in tutte le fasi della loro vita.
Le aiuta ad avere una maternità serena, a rimettersi in piedi dopo una separazione, a riconnettersi con il proprio intuito e il piacere, a trovare la proprio missione di vita e a seguirla fino a farla diventare un progetto concreto.

“In quanto Toro ascendente Pesci, ho un lato pragmatico e uno spirituale, per cui i temi che tocco portano tutti alla guarigione del femminile, ma sempre con un approccio concreto. Ad esempio nei miei percorsi di coaching c’è sempre una sessione in cui facciamo un vero e proprio piano d’azione, perché prima approfondiamo l’essere e poi il fare”.

“Sono coach, quindi aiuto le donne ad andare da un punto A ad un punto B desiderato, sono naturopata, quindi sostengo le donne con rimedi naturali e consigli di stile di vita sano, e sono doula, una figura di accompagnamento empatico e pratico durante la maternità”.

Tre qualifiche che le permettono di tagliare su misura i percorsi che fa con le sue clienti, mettendo a loro disposizione tutti questi strumenti per far si che si possano realizzare in ogni fase di vita.

✔️ Curiosando sul suo profilo Instagram, rimango colpita da questa frase: “alla scoperta del potere femminile”. In che modo?
“Perché credo che le donne siano sminuite dalla nostra società e si sminuiscano”.
Invece le donne sono una potenza fenomenale, che han solo bisogno di essere valorizzate e potenziate, ma soprattutto riconosciute.
Mi dice che “per me infatti potere femminile significa sentire, pensare agire in linea con la propria essenza”; oltre che conoscersi come essere ciclico e non lineare, come portatrice di gioia e grazia, e non solo come vittima e martire; “significa vedere tutti i lati di se stesse e saperli gestire. Significa essere soddisfatte di quel che si è e di ciò che si porta nel mondo”.

✔️ Le chiedo quando è nata la sua “passione” per questo mondo.
Racconta che ha sempre avuto interesse per questo mondo, “potrei dire che è nata con me”.
Non avere una famiglia del “mulino bianco”, l’ha portato a interrogarsi molto su se stessa, e sul ruolo delle donne nella famiglia, fin da piccola giocava con i tarocchi e le erbe; ma quel che ha fatto nascere tutto è stata la sua fase di “amenorrea” (assenza di mestruazioni), che è durata circa due anni, che le ha fatto capire, prima per se e poi per le altre donne, che qualcosa non funzionava.

Dopo aver avuto risposte poco rassicuranti dalla medicina, ha deciso di cercare di capire qualcosa, prendendo in mano la sua salute, contattando i professionisti giusti, oltre ad una ricerca sull’alimentazione, la comprensione del suo essere ciclica e non lineare, e l’uso dei rimedi naturali.
È iniziato tutto lì: poi anche partorendo i suoi figli in casa, “ho fatto un altro passo verso la mia piena consapevolezza di donna e madre, e ho continuato così fino ad oggi, nel quale dedico ogni mio secondo al supporto alle donne”.

✔️ Non mi resta che domandarle cosa l’ha portata a sceglier di diventare coach.
“Bellissima domanda, grazie! Perché mi permette di mettere la ciliegina sulla torta!”.
Dopo aver fatto formazione come doula e naturopata, e la nascita della sua seconda figlia, ha sentito il bisogno di approfondire un aspetto che notava fosse centrale con le sue clienti: l’ascolto delle proprie emozioni.

“Vedevo infatti che potevo consigliare vari rimedi naturali, aiutare con vari suggerimenti, ma se non cambiava qualcosa a livello di ESSERE nelle mie clienti, il click per farle sentire davvero bene non avveniva…”.

Quindi ha deciso di formarsi come coach al femminile, perché lo riteneva essenziale per la riuscita del percorso fatto insieme alle donne che le si rivolgevano.
“In questo modo ora sono in grado di creare uno spazio sacro e non giudicante per far aprire davvero le donne e andare al cuore della questione”.

Questo percorso le ha dato possibilità di integrare alcuni strumenti “magici” nel suo lavoro, come le carte oracolo e i tarocchi, utili per sbrogliare matasse mentali e arrivare all’intuito, all’ascolto della propria anima: “perché il mio modo di fare coaching è proprio un approccio che tiene in considerazione l’essenza profonda della donna, in ogni fase della sua vita”.

➡️ Ed ecco tutte le info per andare a curiosare quel che fa, e anche per scriverle.
Prevede corsi di coaching al femminile “per trasformare i sogni in progetti concreti, essere sostenuta nel periodo della maternità (gravidanza, parto e puerperio), far pace con l’ipersensibilità per farla diventare un punto di forza, riconnessione con la propria ciclicità mestruale e lunare, connessione con il piacere femminile…è un coaching empatico e trasformativo cucito su misura sull’obiettivo che mi porta la donna”.

Web www.madreluna.it
IG: @madreluna.it
FB: Madreluna
Canale Telegram: Madreluna
Spotify e Soundcloud: Madreluna

madreluna
madreluna
Pubblicità

Le Madames di Renata Proietti

Buongiorno!!!
Oggi vi presento Renata Proietti e le sue Madames.
Ci siamo conosciute mesi fa ad un workshop delle stupende Waxewul: una donna meravigliosa, dalle piacevoli chiacchiere, e un animo stupendo.

renataproietti

✔️ Mi racconta che la sua vena artistica non le è mai mancata, ma le Madames sono arrivate insieme ad una sua lunga convalescenza per un grave motivo di salute: “non riuscendo a smettere, in quanto era l’unica cosa che potevo fare senza stancarmi , ci ho messo l’anima”.
Ha iniziato così a creare lampade, pezzi unici, dipinte interamente a mano libera, ognuno di loro ha un nome e un significato, “portano con se, il mio tempo, ore e ore immersa tra musica e colori, ispirata da meditazioni e preghiere”.

✔️ Non potendo più svolgere la sua attività lavorativa come prima, ha fatto tesoro di questo, che è anche diventata l’unica possibilità per la realizzazione del suo sogno per suo figlio Gabriele: realizzare una piccola fattoria con coltivazioni in Africa, per aiutare sia lui che altri ragazzi del posto, un progetto di integrazione, poter lavorare tra amici e una famiglia, insieme a chi ti ama e ti supporta, senza problemi di stress e tempo, e divertendosi in compagnia.

“Ho avuto questo grande regalo dalla vita, e da mamma ce la metterò tutta!”

➡️ Ma ecco i suoi riferimenti, andate a curiosare:
Ig les_madames
Fb Renata Proietti

renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti



  • Post
  • Block

Summary

VisibilityPublic

PublishToday at 8:21 am

URLwomanandthecity.art.blog/2022/11/13/le-madames-di-renata-proietti/Stick to the top of the blogAUTHORRobiCMove to trash

24 Revisions

Categories

Tags

Featured image

Excerpt

Discussion

Open publish panel

  • Post
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti
renataproietti

Anime in Viaggio

Buongiorno!!!
Oggi vi presento Sabrina e “Anime in Viaggio”.

animeinviaggio

✔️ Nella prima pagina del suo sito c’è questa frase: “Ritrova il tuo centro allineandoti alla tua natura animica”: le chiedo se ci racconta.
Racconta che ha un curriculum di esperienze personali degno di una pallina da flipper: “rimbalzavo da un errore all’altro cercando di seguire i consigli di chi, per le più svariate ragioni, sentiva di doversi intromettere nella mia vita”.
Le ci son voluti anni prima di capire che spettava a lei dire di no, parole che mi risuonano molto famigliari: “Hai presente quando si dice che sbagliando si impara? Di certo non possiamo imparare sbagliando per conto terzi!”.

Questa è stata la premessa fondamentale che fa riferimento alla due parolone magiche che troviamo nella frase iniziale, sul sito web: TUO – centro, TUA – natura.
“Piuttosto, accompagno il singolo individuo nel viaggio di ricerca della propria centratura, del proprio equilibrio”. E come avviene? Aiutando la persona a spogliarsi delle sovrastrutture di cui si è caricat* sin da bambin*, per scoprire quel che c’è sotto.

Ma anche attraverso i Registri Akashici, si può conoscere meglio la propria anima o la struttura energetica, imparando cosa ci da energia e cosa ce la consuma, e “spesso è il contrario di quel che facciamo abitualmente!”.
“Se io, quindi, divento il centro del mio mondo prendendo contatto con le mie emozioni profonde, represse o rimosse, imparando a riconoscere e rispettare i miei reali bisogni, esplorando i miei talenti, rimuovendo blocchi e ostacoli che possono esserci sulla mia strada e prendendo coscienza della mia natura spirituale, ecco che può finalmente verificarsi quell’allineamento che rende tutto più semplice e piacevole”.

Mi racconta che tutti gli strumenti che utilizza aiutano a “scavare”, a scendere in profondità per conoscersi meglio: non sempre è gradevole, ma è l’unico modo per cambiare la nostra realtà è innescare il cambiamento dentro di noi.

✔️ Sempre sul sito possiamo trovare tanti “servizi”, le chiedo di raccontarci.
Racconta che i servizi sono molti e diversi tra loro, “perché più è ricca la mia cassetta degli attrezzi e più persone posso accompagnare per un pezzo di strada”.

Ci sono i «Movimenti di Costellazioni Familiari», la tecnica di Bert Hellinger ‘in pillole’, per utilizzare la forza del gruppo per mettere in luce aspetti inconsci o poco chiari di situazioni relazionali, senza scendere troppo in profondità. “L’ideale per chi muove i primi passi in questo metodo”.

«Le Vie dell’Anima» è l’applicazione sul piano animico/energetico del metodo delle costellazioni familiari e consiste nel recuperare memorie passate significative collegate a situazioni e relazioni attuali potenzianti o ostacolanti.

Il «Soul Realignment» attraverso la lettura dei Registri Akashici è il fiore all’occhiello, perché fornisce informazioni talmente ricche e preziose da rappresentare un vero e proprio manuale di istruzioni per vivere assecondando la nostra natura energetica, invece che andando sempre e faticosamente controcorrente.

Racconta che con lo stesso metodo, oltretutto, è possibile ripulire energeticamente ambienti e proprietà, proprio come se fossero strumenti da accordare per permetterci di suonare la colonna sonora della nostra vita.  

“Nella cassetta degli attrezzi c’è spazio anche per una mia grande passione”: i Tarocchi.
Per deformazione professionale, tuttavia, non li usa per la divinazione, ma come strumento di introspezione per guardarsi dentro con occhi nuovi attraverso il simbolo, “così potente perché è la stessa lingua del nostro inconscio”.

Infine, la Numerologia, capace di sfruttare un altro alfabeto simbolico per rivelare la natura profonda delle persone.

Ma ci da anche un piccolo spoiler: nel 2023 ci sarà una new entry che per lei, a livello personale, è stata fondamentale. E’ la «Mappa Numerologica dei Talenti e dei Bisogni», un viaggio dentro se stessi traghettati dagli archetipi numerologici e tarologici per trovare la propria strada e il proprio posto nel mondo.

✔️ Dopo averci raccontato tutto quel che di bello porta avanti, non posso che domandarle la sua scelta nel seguire questo “percorso”.
Racconta che è partita da un certo scetticismo verso tutto ciò che era pagamento riconducibile al mondo della spiritualità, perché nella sua testa “spirituale” era sinonimo di “religioso”.
“Per fortuna, sono molto curiosa per natura e col tempo, da quando ho scoperto che è un mio alleato, ho imparato ad amare profondamente il cambiamento”.

Questo le ha permesso di allargare i suoi orizzonti e di fare tante esperienze di crescita personale, anche diverse tra loro, “per cercare soluzioni, vie d’uscita (o di fuga, lo ammetto!) e chiavi di lettura che mi aiutassero ad affrontare difficoltà e disagi fisici, emotivi e relazionali”.
“Ho scelto di acquisire gli strumenti che sono stati più utili nel mio cammino, quasi a volere dei souvenir del mio viaggio personale, e poi li ho rielaborati per renderli unici e adattabili quanto più possibile alla persona che si rivolge a me. E lo stesso farò con quelli che si aggiungeranno in futuro nella mia bella cassetta degli attrezzi!”.

➡️ Vi lascio i suoi riferimenti:
Ig @animeinviaggio
Web www.animeinviaggio.org
E-mail info@animeinviaggio.org
cell 329.6058343

animeinviaggio
animeinviaggio
animeinviaggio
animeinviaggio
animeinviaggio
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: